Giovani

Archivio mensile: ottobre 2017

Dieta paleolitica

La dieta paleolitica non è stato “progettato”: essa rappresenta ciò che prima mangiava in modo spontaneo, in un modo naturale. Sentiamo parlare di Dr. S. Boyd Eaton rilasciato, nel 1985, un write-up dal titolo Paleolitico Nutrizione nel distinto New England Journal of Medicine1. Radiologo e clinica antropologo, Dr. Eaton rilasciato, dopo di che il punto di vista che la dieta adatta sarebbe certamente coerente con quello dei nostri antenati dell’età della pietra. Come si poteva giudicare dall’attuale popolazione che vive ancora come durante quel tempo, sembra che i nostri antenati non erano a conoscenza delle malattie degenerative. Si ritiene che la loro eccellente forma fisica, avrebbe certamente consentito loro di prendere facilmente su di moderno-giorno di atleti.

Le linee primarie

Le linee primarieIl piano di dieta paleolitica dritto rimuove 2 dei 4 maggiori alimentare squadre, elementi di latte e cereali (a base di pane). Diventa parte del basso contenuto di carboidrati dieta piano (low carb). Esso comprende solo il 22% e il 40% di carboidrati, e anche il 19 % e il 35 % di proteine, e anche il 28% al 47 % di lipidi. In confronto, il comune north american regimi dietetici da 50 % a 60 % di carboidrati. La teoria del Dr. Eaton specifica che è la nostra genetica che identificano le nostre esigenze alimentari.

Come il genoma umano non avrebbe progredito come 0.02 % in 40.000 anni, che è quello di dire che abbiamo gli stessi geni, come i nostri antichi antenati si sono evoluti. Per questo motivo, l’alimentazione di questo tempo dovremmo essere abbastanza. Dato che 1985, numerosi scienziati iniziato a studiare questo periodo e anche in realtà determinata, quali erano le abitudini alimentari di cacciatori-raccoglitori. Tra questi scienziati, Loren Cordain, dottore in la dieta paleo educazione fisica, ha pubblicato un libro, adattato per la cultura americana, il che spiega la dieta che dobbiamo rispettare il nostro époque2.

I sistemi di azione

I sistemi di azioneLoren Cordain non è il primo a sottolineare i vantaggi della dieta dei nostri antenati lontani. Senza dubbio, degno di nota, un medico francese, il Dottor Jean Seignalet, scomparso nel 2003, è stato pubblicato nel 1996 un libro sulla dieta piano di genealogiche, qualificato l’alimentatore o Il 3 ° médecine3. Il suo libro è in realtà appena stato ristampato per il 5 ° tempo. Durante la sua occupazione, il Dottor Seignalet ha fatto uso di programma di dieta genealogico con una grande quantità di successo contro malattia autoimmune come numerose sclerosi e anche l’infiammazione articolare lungo con la malattia che farmaci convenzionali ha problemi a gestire, come la fibromialgia.

In primo luogo, secondo inning con un editoriale nel 2000 l’American Journal of Clinical Nutrition4, il piano di dieta paleolitica suggerito da Loren Cordain non corrisponde solo quello che ha mangiato tutti i nostri antenati di quel tempo. Certo, sembra che alcuni sono stati anche più di erbivori di predatori. La ricerca sarebbe stato certamente predominante solo in populaces residenti in alta quota. Inoltre, i nostri antenati, in contrasto con noi, non ha avuto la libertà di scegliere ciò che hanno mangiato. Hanno preso esattamente ciò che era disponibile e anche questo varia notevolmente da un luogo ad un ulteriore nonché da un minuto a vari altri l’anno. Inoltre, che i cacciatori-raccoglitori che ha vissuto una vita che è molto posto in termini di energia spesa, e che la maggior parte dei piatti di selvaggina hanno una potenza di spessore basso ha probabilmente giocato un ruolo essenziale per la bassa incidenza di malattie del mondo tra questo tipo di popolazione.